News ed Eventi

LA SIBE VENDE CARA LA PELLE MA ALLA FINE LA POSTA E' DEL CERTALDO (75 a 70)

I Dragons recuperano dopo un disastroso secondo quarto ma nel finale mancano le forze per l'impresa

Al PalaCanonica va in scena il più classico dei testacoda, ma la SIBE che inaugura in trasferta il girone di ritorno al cospetto del Certaldo, seconda forza del campionato e tuttora pretendente più quotata al salto di categoria, non è apparsa proprio come la squadra dimessa ultima in classifica. I Dragons partono forte con Consorti inarrestabile e con Strozzalupi che carica di falli i pari ruolo avversari. Biscardi in jump, poi Corsi con un gioco da tre punti, originano la prima fuga che Cantini prova a mitigare con la sua unica tripla. Il capitano piazza anche la tripla del più 8, ma proprio sulla sirena tre liberi consecutivi di Gambelli fissano il 17 a 19 al primo intervallo. Nel 2 quarto il terzo fallo spegne Consorti, rientrato dopo lo stop per la distorsione alla caviglia ed i Dragons vanno in affanno; realizzano solo 2 canestri dal campo con Falchi e Smecca, mentre i padroni di casa mandano gli ospiti spesso in lunetta, ma grazie ad uno scatenato Gambelli sorpassano presto e fuggono sul più 10 all'intervallo lungo (41 a 31).

La ripresa vede i ragazzi di coach Pinelli operare un forcing per provare a rientrare. I canestri di Magni e Falchi danno qualche chance, presto smorzate dalle iniziative di Pucci e Fimia. La tripla sulla sirena (55 a 47) da distanza siderale di Strozzalupi che fa tornare sotto la doppia cifra la SIBE lascia ancora qualche speranza ai rossoblu che iniziano l'ultimo quarto provando a difendere forte, ma nonostante i bei canestri di Corsi, Falchi e Consorti, i valdelsani si tengono al riparo con le triple di Gambelli e Fimia. A 2 minuti dal termine Strozzalupi piazza 7 punti in rapida successione e Prato torna in scia (68 a 64). Sono ancora Gambelli e Pucci ad allungare su qualche errore di troppo pratese ed i 4 punti consecutivi di capitan Corsi servono solo a mettere pressione agli uomini di coach Baldini che dopo il time out blindano dalla lunetta il risultato (75 a 70).

Espugnare il PalaCanonica sarebbe stata un'autentica impresa per un Prato ancora a corto di rotazione per la frattura alla mano di Onuhoa e per l'influenza che ha tenuto Guerrini per tutta la settimana al palo, ma c'è un po' di rammarico fra i Dragons che in pratica hanno prevalso in 3 quarti e recriminano per un secondo tempino sciagurato.

Domenica prossima arriva alle Toscanini la Cestistica Pescia guidata dall'esperto Cempini, 44enne capocannoniere del girone, che in campionato i lanieri non sono mai riusciti a sconfiggere, però lo staff pratese è convinto che la squadra sia sulla buona strada per poter finalmente dire la sua in questo girone di ritorno, che si preannuncia indubbiamente in salita per Biscardi e compagni.

Virtus Certaldo - Pallacanestro 2000 Prato 75-70 (17-19, 41-31, 55-47)

LORENZ CMS VIRTUS CERTALDO: Livi, Pucci 19, Gambelli 22, Barbieri 2, Fimia 14, Crocetti, Rossi, Lazzeretti 3, Spampani 8, Cantini 7; All: Baldini
SIBE COMMERCIALE PALLACANESTRO 2000 PRATO: Guerrini ne, Biscardi 2, Sanesi ne, Magni 5, Di Ciolla ne, Consorti 11, Corsi 21, Falchi 12, Smecca 2, Strozzalupi 17; Allenatore: Pinelli, Assistente: Novelli
ARBITRI: Catarzi di Firenze e Bertuccelli di Agliana