News ed Eventi

i Dragons giocano la miglior partita della stagione ma escono sconfitti dalla Virtus Siena

LA SIBE A SIENA CEDE ALLA VIRTUS SOLO NEL FINALE (76 a 69) – I Dragons recriminano per l’infortunio di Magni, MVP di serata

Lapidario coach Pinelli a fine gara: “sono arrabbiato: primo perché scoccia perdere le partite a questo modo, secondo perché non possiamo aspettare novembre per iniziare a giocare bene.” In effetti la SIBE allo storico PalaPerucatti di Siena gioca finalmente una gran bella partita e tiene in apprensione fino alla sirena una Virtus che recupera in tutta fretta Imbrò, giocatore di categoria nettamente superiore. Dopo la partenza veemente dei senesi, i Dragons innestano la 4^ e con Magni, MVP di serata, Corsi ed un energico Vannoni, riagganciano e sorpassano costringendo al time out coach Vignola, che si attacca alla sua inesauribile panchina (41 a 8 il computo finale dell’apporto dei substitute). Severini domina a rimbalzo e con Martino, i padroni di casa piazzano il contro break per il 19 a 16 del primo intervallo. Coach Pinelli, che per falli ha dovuto fare a meno dopo 2’ di Consorti, ben sostituito da Mazzoni, getta nella mischia i giovani rincalzi, ma ottiene pochissimo in cambio, mentre Imbrò trova il più 7. Ancora Magni e Vannoni ed un rinfrancato Smecca provano a stare in scia ma Prato va negli spogliatoi sotto 6, ma soprattutto si sente defraudato, perché mentre i senesi trovano anche qualche canestro fortunoso di tabellone, i rossoblu si vedono sputare dal ferro dei canestri già fatti. Una tripla di Vannoni, e poi due splendide di Magni rimettono in corsa la SIBE che accusa in pratica solo l’energia di Olleia e di Severini che nel finale di tempino ribadiscono alle iniziative pratesi per il 60 a 56, punteggio con il quale inizia l’ultimo quarto. Ultimo quarto che vede un iniziale tentativo di fuga dei senesi con Ricci, ma dopo il time out di coach Pinelli Prato si trasforma; Vannoni inchioda una schiacciata terrificante, Corsi piazza due ganci in rapida successione e Consorti trova la tripla del meno tre. E’ un Biscardi in crescita dopo l’infortunio che l’ha tenuto per due turni fuori dai giochi, che con una tripla millimetrica agguanta il pareggio a meno di 3’ dal termine. E qui i Dragons, che hanno perso Magni per un colpo ad un ginocchio dopo aver subito sfondamento, si bloccano. Quattro palle perse in un minuto permettono 5 punti consecutivi ad Imbrò e solo sulla sirena l’assist di Biscardi per Corsi rende meno pesante il finale. (76 a 69)

Domenica prossima dopo due trasferte consecutive, i lanieri tornano finalmente alle Toscanini, e confortati almeno dal gioco, se non dalla vittoria, proveranno a rimandare battuto il Galli Terranova guidato dai fuoriclasse Tracchi, Dolfi e Ratta che sono attualmente nella zona mediana della classifica con 6 punti contro i 2 della SIBE.

VIRTUS SIENA vs SIBE PRATO 76 - 69 (19-16, 42-36, 60-56)

Virtus: Franci 2, Ricci 8, Bianchi 3, Mugnaini NE, Zeneli 6, Olleia 14, Imbrò 13, Martino 10 Severini 20, Cuccarese; Allenatore: Vignola

Dragons: Guerrini, Biscardi 3, Magni 23, Diaw, Consorti 5, Corsi 14, Vannoni 16, Smecca 8, Onuhoa , Mazzoni; All. Pinelli; Assistente Novelli

Arbitri: Uldanck di Pisa e Chiarugi di Pontedera

Prato spaventa la Virtus, ma i due punti alla fine sono senesi

La Virtus continua nel suo momento positivo battendo anche Prato, ma la truppa di Vignola deve sudare fino alla fine per liberarsi dei lanieri.

Partenza a razzo dei padroni di casa con Zeneli e Olleia che spingono per il 6-0; i pratesi rispondono immediatamente pareggiando e soprassando, sopratutto con Magni, in grande spolvero. Coach Vignola mescola le carte, togliendo Zeneli, già gravato di tre falli e butta dentro Severini e la partita gira: dall'11-16 si passa al 10' al 19-16, con il giovane lungo senese che continua a spingere anche nella seconda frazione trascinando i suoi sul più 7. E' il solito Magni a suonare la carica, Prato ricuce e la Virtus riscappa andando negli spogliatoi sul più 6. Stesso copione nella terza frazione con la fuga senese, il recupero degli ospiti e nuovo allungo di Olleia e compagni che convertendo 4 palle recuperate in contropiede si issano sul più 11 (60-49) al 29'. Sembra fatta ma Magni decide che non è ancora il momento di capitolare e piazza due triple difficilissime e scrive il meno 4 dell'ultima pausa. L'ultima frazione però inizia con una tegola per il giovane pratese che subendo uno sfondamento sbatte il ginocchio ed è costretto ad uscire: la banda di Pinelli arranca, scivola a meno 7, ma poi trova le forze di risalire, anche perché i padroni di casa smettono di fare canestro. Il pareggio arriva a 1'50" dalla sirena quando Biscardi, fin lì sotto tono, scocca il tiro da oltre l'arco del 67-67, i senesi rispondono con un 2/2 dalla lunetta di Martino e la tripla di Imbrò e in amen sono nuovamente a più 5. L'ultimo assalto laniero produce solo una palla persa che Olleia trasforma in una schiacciata che fa scendere il sipario sul match.