News ed Eventi

LA SIBE PRATO NEL FINALE CEDE AL CERTALDO (60 a 67)

Le pessime percentuali al tiro e le troppe palle perse condannano i Dragons all’esordio

La SIBE dopo una partenza ad handicap, vanifica con troppi errori nel finale, una rimonta che aveva visto i Dragons sorpassare la Virtus Certaldo e spostare a proprio favore l’inerzia del gioco. Certo è che esordio più difficile non poteva capitare ai ragazzi di coach Pinelli perché Certaldo è formazione pronosticata e costruita per il salto di categoria, rinforzatasi con due innesti di spessore nel mercato estivo. E proprio uno di questi, il senese Gambelli che con 11 punti già al primo intervallo, ha dato l’abbrivio alla fuga dei valdelsani. Per i lanieri a rispondere erano soprattutto Consorti ed il colored Diaw, e nell’ultimo minuto del quarto una tripla di uno stoico Biscardi, sul parquet sotto antidolorifici, fissava il punteggio sul 15 a 21. Certaldo insisteva con delle ottime iniziative di Livi e Fimia, ma la SIBE adesso si era scrollata di dosso i timori reverenziali, macinava gioco. Gravati di falli Vannoni e Consorti, ci pensavano i giovani Magni e Smecca a tenere i locali in partita, ben coadiuvati da Guerrini, gettato nella mischia da coach Pinelli per provare a contenere Gambelli. Corsi dominava l’area e con 7 mandava i Dragons all’intervallo lungo con il minimo scarto (39 a 40).

Al rientro si sbloccava Vannoni che metteva 6 punti a referto; Corsi subiva falli e caricava i lunghi avversari di personali costringendo coach Baldini a quintetti improbabili. Le difese ora erano più attente e le percentuali ne risentivano. Consorti allo scadere del 3 quarto, con una tripla teneva sotto gli ospiti (51 a 50)
Era chiaro che l’ultimo quarto avrebbe premiato chi sbagliava di meno, e la gara per 7/8 minuti non ha trovato un padrone. Certaldo senza Spampani e Pucci fuori per falli era obbligata a giocare molto perimetrale, realizzando con Fimia e con bomber Cantini fino ad allora impalpabile. Due tecnici a Biscardi e Consorti vanificavano 4 punti iniziali di Corsi. La seconda tripla di serata di Smecca teneva in partita i Dragons che però sbagliavano troppo al tiro. Una recuperata a 40” dalla sirena con i fiorentini avanti 4, dava ancora speranze, ma la rimessa finiva nelle mani sbagliate ed il facile contropiede di Fimia mandava i titoli di coda. (60 a 67)

Adesso ci sarà da serrare le fila per la trasferta di domenica a Pescia, con Cempini e co. che vogliono prendersi la rivincita dopo la sconfitta in Coppa Toscana.

TV Prato trasmetterà cronaca di Prato vs Certaldo mercoledì 9 alle ore 21.30 sul canale sportivo 212 e lo stesso giorno sul canale generalista (74 del digitale terrestre) alle ore 24 circa. Un’ulteriore replica è prevista sul 212 il giorno successivo giovedì 10 ottobre alle 18.00.

SIBE PRATO vs VIRTUS CERTALDO 60 - 67 (15-21, 39-40, 51-50)

Dragons: Guerrini 8, Biscardi 6, Sanesi N.E, Mirti, Magni 7, Diaw 5, Consorti 9, Corsi 15, Vannoni 7, Smecca 6; Allenatore: Pinelli, Assistente Novelli.

Certaldo: Livi 6, Rossi N.E, Fimia 14, Lazzeretti, Righi 4, Gambelli 19, Pucci 4, Spampani 9, Mantia N.E, Cantini 11; Allenatore: Baldini

Comunicato Stampa N 8

Pall. 2000 Prato-Virtus Certaldo 60-67
SIBE PALLACANESTRO 2000 PRATO:Guerrini 5, Biscardi 6, Sanesi ne, Mirti, Magni 7, Diaw 5, Consorti 9, Corsi 15, Vannoni 7, Smecca 6. Allenatore: Pinelli.
VIRTUS CERTALDO:Livi 6, Rossi ne, Fimia 14, Lazzeretti, Righi 4, Gambelli 19, Spampani 9, Pucci 4, Mantia ne, Cantini 11. Allenatore: Baldini.
ARBITRI:Corso e Uldanck di Pisa.
PARZIALI:15-11, 39-40, 51-50.
Subito un colpo in trasferta per la Virtus Certaldo che espugna il parquet pratese. I Dragons dopo essere andati sotto anche di 13 recuperano e restano attaccati agli ospiti fino a 4' dal termine, poi si arrendono quando la benzina è davvero esaurita.La partenza è tutta della truppa di Baldini, con Gambelli ispiratissimo (11 nei primi 10' e 15 all'intervallo) che si rivela immarcabile. Pinelli ha punti un po' da tutti e così anche quando Certaldo scappa con un vantaggio a due cifre nel secondo tempino, i Dragons riescono a ricucire. Anche nella terza frazione la gara è sul filo dell'equlibrio, con le percentuali che calano notevolmente da ambo le parti, mentre gli arbitri fischiano di tutto e di più. Gambelli ha più difficoltà a trovare la retina, ma Fimia e Cantini riescono a sopperire. Nel finale Prato paga il quinto fallo, più tecnico, a Consorti; gli ospiti guadagnano due possessi di vantaggio che saranno decisivi. I rossoblù ormai in riserva sbagliano una rimessa, Certaldo va sul +6 e chiude i giochi