News ed Eventi

I dragons si arrendono al Grosseto (68 a 63)

I Dragons troppo nervosi vanno sotto nettamente per poi spaventare i maremmani nel finale.

Terza sconfitta esterna consecutiva per la SIBE che dalla vittoria a Montespertoli non riesce più a trovare il bandolo della matassa lontano dalle Toscanini. I Dragons erano giunti a Grosseto ben motivati, anche se in extremis coach Grossi aveva dovuto rinunciare a Dell’Orfanello colpito da sindrome influenzale e sostituito dal giovanissimo Bencini che ha fatto il suo esordio in prima squadra. La gara è partita sul piede dell’equilibrio con i padroni di casa ad inseguire. Le iniziative dei lunghi pratesi Taiti e Corsi e di Consorti costringevano coach Crudeli a chiedere un time out che sortiva gli esiti sperati, perché con una tripla del top scorer di serata Conti, Grosseto rimetteva le cose in parità per poi chiudere avanti al primo intervallo con Ricciarelli e Roberti. (15 a 11)

Nel secondo quarto i maremmani continuano a difendere forte mentre gli ospiti smarriscono la via del canestro e realizzano 11 punti esclusivamente dalla lunetta, sbagliando ben 12 conclusioni dal campo, qualcuna anche fin troppo comoda. I grossetani colpiscono due volte da tre e nel finale allungano con i liberi di Perin. (29 a 22)

Il terzo quarto è di assoluta sofferenza per Prato che subisce la fisicità dei biancorossi. Ad innervosire i Dragons anche tre falli tecnici subiti per simulazione (uno solo nelle 25 gare precedenti). A Conti e Perin risponde con 8 punti capitan Corsi, ma ormai il nervosismo sì’ è impadronito degli ospiti che concedono troppo e gettano al vento palloni importanti. Sul finale del quarto, proprio a seguito delle proteste dopo il tecnico per simulazione viene espulso Biscardi e fra i liberi conseguenti ed una tripla da lontano di Santolamazza, la Pellegrini allunga fino al 56 a 38 del 30’. Taiti, che con Corsi hanno tenuto a 7 punti lo spauracchio Roberti che a Prato ne mise ben 26, esce per falli. Si svegliano troppo tardi Vannoni e Smecca che colpiscono dai 6.75 e quando sbagliano Corsi (18 punti ancora il migliore dei rossoblu) è lesto ad arpionare i rimbalzi ed a ribadire a canestro. A tre minuti dalla sirena 7 punti di Consorti permettono alla SIBE di tornare a 5 punti di distacco e spaventare coach Crudeli che si affida al suo cecchino Conti che con una tripla ed un jump da centro area chiude i “conti”. C’è tempo ancora per una tripla di Vannoni ed il tentativo di fallo sistematico che non dà i frutti sperati per il 68 a 63 finale che lascia l’amaro in bocca a coach Grossi il quale elogia gli avversari che hanno concesso solo un misero 21 su 57 dal campo ai suoi ragazzi, ma recrimina su quei tre tecnici per simulazione che hanno lasciato sbalorditi anche molti degli avversari e del pubblico.

Adesso c’è da pensare alle prossime due gare, entrambe sul parquet amico delle Toscanini; la prima domenica prossima contro Versilia, formazione invischiata nella lotta per evitare i playout, e la seconda dopo la sosta pasquale contro San Miniato, squadra rivelazione del campionato che in classifica sopravanza di due lunghezze i Dragons, che nonostante la sconfitta mantengono il settimo posto in solitaria

PELLEGRINI GROSSETO vs SIBE PRATO 68 - 63 (15/11 – 29/22 – 56/38)

GROSSETO: Zambianchi 3, Pierozzi 1, Roberti 7, Romboli 6, Perin 15, Furi 6, Ricciarelli 2, Valentino, Santolamazza 7, Conti 21; Allenatore: Crudeli

DRAGONS: Guerrini, Biscardi 2, Magni, Taiti 4, Consorti 17, Corsi 18, Vannoni 12, Smecca 8, Banci 2, Bocini; Allenatore: Grossi

ARBITRI: Isufi di Rosignano e Gambis di Livorno.

dal sito Toscana basket live

Grosseto risponde a Legnaia, stende Prato e resta in scia dei gialloblù fiorentini, staccando Pescia. Match con i maremmani sempre avanti con il colpo del ko nel terzo tempino, quando i Dragons perdono anche Biscardi per espulsione. Partenza ottima dei biancorossi, 11-3 dopo 5', prima di un rilassamento che permette a Prato di portarsi fino al -2, 15-13 in avvio del secondo tempino. Quando la truppa di Crudeli si sblocca, però, riesce a fare male: le triple di Romboli e Zambianchi valgono nuovamente il +10, 27-17. Alla pausa lunga Prato è sotto di sette e gara in teoria ancora apertissima. In realtà i rossoblù si innervosiscono per qualche fischio, beccano un paio di tecnici e Biscardi viene espulso. I padroni di casa riescono così a scavare il solco decisivo, con Conti e Santolamazza su tutti. Prato scivola fino a -18, poi -20 nell'ultimo periodo. Grosseto la dà per chiusa, consentendo invece di alimentare le speranze laniere, con il tabellone che a 2'30'' dalla sirena dice 63-57. Bastano però un altro paio di fiammate biancorosse, +10 in un attimo e l'incontro si chiude sul serio.