News ed Eventi

Scivolone esterno dei Dragons a Venturina

Venturina-Prato 69-61

Lanieri senza Biscardi Prato scivolone esterno
Per Venturina due punti d'oro

LA SIBE SENZA BISCARDI DA’ VIA LIBERA A VENTURINA (69 a 61) I DRAGONS PAGANO LA SERATA SCELLERATA DALLA LUNETTA

Venturina-Prato 69-61
STUDIO ARCADIA VENTURINA:Martinelli 14, Manetti 12, Giannini, Gistri 7, Magnolfi 15, Favilla 2, Pau 5, Guidotti 3, Spinelli 11, Parri. Allenatore: Biancani
PALLACANESTRO 2000 PRATO:Mirti, Dell'Orfanello, Magni, Taiti 11, Consorti 16, Corsi 11, Vannoni 12, Smecca 6, Banci 5, Onuhua. Allenatore: Grossi
ARBITRI:Munda di Carrara e Menicatti di San Giovanni Valdarno
PARZIALI:14-13, 34-30, 51-47
Venturina conquista una vittoria pesantissima in chiave salvezza superando Prato che non riesce a fare il bis dopo aver fermato la capolista Legnaia.Coach Grossi deve rinunciare a Biscardi alla prese con l'influenza e ad approfittarne è sopratutto Martinelli che al rientro detta il ritmo perfettamente ai suoi. Ma è stata una gara che per quasi 40' non ha mai avuto padrone: la Studio Arcadia riesce però a mettere il naso avanti di una manciata di punti (mai però sopra i due possessi) chiude ad ogni quarto in vantaggio. La lunghezza dei primi 10' si trasforma in 4 all'intervallo, stesso divario del terzo tempino. Prato riesce in un paio di occasioni a ribaltare il punteggio e a prendere le redine, senza però riuscire nella fuga. CI si avvia così ad un finale punto a punto, fatto di fallo sistematico e viaggi in lunetta. Peccato che stasera per gli uomini di Grossi abbiano la mano sia un po' freddina dalla linea della carità (7/18 alla fine), Venturina invece non sbaglia nulla e alla sirena dei 40' riesce a mettere 8 punti tra lei e gli ospiti.

Una Venturina all’ultima spiaggia tiene in scacco la SIBE per tutti i 40 minuti e nel finale punisce i Dragons inguardabili al tiro libero. Coach Grossi deve fare a meno di Biscardi non ancora ristabilitosi dall’influenza ed ha capitan Corsi in precarie condizioni fisiche per un pestone al piede destro ricevuto mercoledì nella entusiasmante vittoria con i capoclassifica di Legnaia. Coach Biancani per contro recupera dopo la doppia squalifica il suo capitano e regista Martinelli che orchestra al meglio i suoi alla ricerca della vittoria che può tenere viva la speranza di accedere perlomeno ai playout ancora lontano 4 punti. Parte bene Prato che con Corsi, Taiti e Vannoni va sul 6 a 11 e costringe il tecnico tirrenico a chiamare il primo minuto di sospensione. Nonostante ancora una bella penetrazione di Smecca, qualcosa si inceppa nel gioco dei Dragons che non riescono più a servire i lunghi e Venturina con Martinelli e Magnolfi opera il sorpasso a fil di sirena (14 a 13). Secondo quarto in equilibrio con Taiti, anche tre stoppate per il pivot, e Consorti, top scorer rossoblu, che replicano ai giovani Manetti e Gistri che provano a scappare. Una tripla di Vannoni rimette le cose a posto, ma nell’ultimo giro d’orologio un paio di palle perse di troppo ed una preghiera ancora sulla sirena di Favilla manda tutti negli spogliatoi sul 34 a 30.

Al rientro Dell’Orfanello che sostituisce in regia Biscardi commette due falli ravvicinati e coach Grossi prova ad affidarsi prima a Smecca e poi all’esordiente Mirti. Spinelli buca più volte la difesa pratese, ma le triple di Taiti e Consorti rimettono tutto in parità, ma prima dell’ultimo intervallo la SIBE si rilassa di nuovo e permette un piccolo allungo ai padroni di casa (51 a 47). Il tecnico pratese ha gli uomini gravati di falli ed ordina la 1/3/1 che recupera qualche pallone ma in attacco il gioco dei lanieri è troppo confusionario e nonostante i time out chiamati dal tecnico, Prato non trova il bandolo della matassa. 5 punti consecutivi di Banci e Corsi in gancio, 12 rimbalzi per il capitano, tengono in vita gli ospiti ma Martinelli, MVP di giornata, prende con decisione le redini del gioco ed imbecca Pau e Magnolfi e non permette a Prato di rientrare anche se Consorti e Vannoni con 4 punti a testa a 100 secondi dal termine mettono i Dragons a due soli punti. Escono Smecca e Taiti per il fallo sistematico ma ai tirrenici la mano non trema e dalla linea della carità e Venturina raggiunge il massimo vantaggio proprio all’epilogo (69 a 61).

Prato mantiene la settima posizione, ma deve fare attenzione a Livorno e Carrara annunciati in gran recupero; e saranno proprio i marmiferi, rinforzati con 3 acquisti invernali a far visita ai Dragons domenica prossima alle Toscanini. All’andata i pratesi sprecarono un’occasione d’oro per portarsi a casa i due punti perdendo dopo un tempo supplementare per 65 a 63.