News ed Eventi

I Dragons risentono della cura Grossi e sbancano Colle 63 a 57

Dragons corsari a Colle Rossoblù, successo col brivido
Corsi trascina Prato

Colle Basket-Pallacanestro 2000 Prato 57-63
COLLE BASKET: Capaccio 7, Chianese 2, Lenzerini ne, Peruzzi 8, Moroni 11, Nesi 11, Tavani 3, Cacciante, Sampieri 4, Mucciarelli 11. Allenatore: Angiolini.
SIBE PALLACANESTRO 2000 PRATO: Biscardi 10, Dell’Orfanello, Magni 4, Taiti 3, Consorti 10, Corsi 17, Vannoni 13, Smecca 2, Onohua, Banci 4. Allenatore: Grossi.
ARBITRI: Mascci di Pistoia e Venturini di Capannori
PARZIALI: 13-17, 27-31, 33-45.
La cura Grossi funziona. Prato passa sul parquet di Colle rischiando però nel finale per un’incredibile rimonta dei valdelsani, cui non è riuscito il bis dopo l’impresa a Grosseto. Partita sempre condotta dai Dragons, che fanno valere la maggior fisicità e trovano anche un buon contributo offensivo da Biscardi e Vannoni. Ma il dominatore del match è senza dubbio Corsi, 17 punti e 20 rimbalzi, mentre Nesi e soci faticano tanto a fare canestro. Basti pensare che dei 57 punti ben 23 sono arrivati dalla lunetta. I rossoblù arrivano alla pausa lunga sopra di quattro, 27-31, e al rientro sul parquet aumentano la pressione, mandando in tilt l’attacco di Colle che segna appena sei punti in 10’. Prato prende il largo, toccando il +14 in avvio dell’ultimo quarto. Sembra tutto finito, invece i Dragons si afflosciano e la truppa di Angiolini ci crede. E’ Mucciarelli a suonare la carica, i lanieri smettono di segnare e la rimonta si concretizza al 39’: 57-56 per Colle. Prato ferita reagisce immediatamente, Corsi riporta sopra i suoi, quindi su un errore dei padroni di casa Vannoni sigla il +3. I valdelsani sbagliano ancora e per rimediare provano a fermare il cronometro col fallo tattico: il 3/4 di Taiti e Biscardi chiude i giochi.

Coach Grossi aveva giustamente messo in guardia i suoi ragazzi: Colle Valdelsa non era la squadra smarrita che nelle prime sei giornate aveva collezionato solo sonore sconfitte. Il 9 a 2 con il quale i padroni di casa hanno iniziato il match non ha però spaventato i Dragons; il tecnico chiama time out e con la difesa, in breve lo strappo è ricucito. L’asse Biscardi Corsi si dimostra subito in gran spolvero, ben supportati da Vannoni e Banci che con 2 canestri a testa mandano già al primo intervallo gli ospiti in vantaggio 13 a 17 nonostante le iniziative di Nesi e Moroni. Il 2� quarto inizia con Prato che prova la fuga con Consorti e Corsi scatenati, ma la difesa è considerata troppo energica dal duo in grigio e grazie ai liberi Colle si mantiene in partita (27 a 31).

Il 3� quarto dei lanieri è magistrale; la difesa concede solo un canestro dal campo a Peruzzi e 4 liberi a Nesi, con Taiti che imperversa con le stoppate, mentre in attacco, nonostante il pressing e la zona senese, Corsi e Vannoni imperversano. Magni, a lungo in panchina gravato dai falli, piazza due canestri consecutivi e quando inizia l’ultimo tempino la SIBE è avanti nettamente (33 a 45).

I rossoblu dilatano ancora il vantaggio con una penetrazione di Consorti e dopo 5 punti consecutivi di Capaccio, è ancora l’ala pratese che piazza la tripla per riportare il vantaggio in doppia cifra. A questo punto, complice la stanchezza per l’intensa difesa che aveva concesso in 28 minuti solo 24 punti, i Dragons allentano la morsa e gli uomini di coach Angiolini si rifanno sotto guidati da Mucciarelli e Moroni. Biscardi dal pettine e Corsi la cui mano non trema dalla lunetta, tengono ancora avanti Prato, ma un antisportivo a Taiti dà modo a Nesi di impattare a quota 55 quando mancano 100 secondi alla sirena. All’ultimo minuto i padroni di casa mettono addirittura la testa avanti, ma con esperienza e rinnovata lena difensiva i Dragons non concedono più un tiro agevole agli avversari, poi con freddezza Biscardi e Vannoni risorpassano e chiudono sul 57 a 63. Menzione speciale per l’MVP Corsi: il capitano dopo i 13 punti e 16 rimbalzi della vittoria con Certaldo, questa volta ne mette a referto 17 con addirittura 20 palloni arpionati, prestazione che gli accredita una valutazione super di 34.

Uno sguardo doveroso alla classifica al termine del girone d’andata, anche se coach Grossi insiste giustamente a voler “giocare” una partita per volta; Legnaia è sola in vetta seguita da Grosseto e poi Certaldo, Pescia ed Agliana. Ad inseguire un quintetto con 18 punti, frutto di 9 vittorie ed 8 sconfitte, dove con la SIBE Prato ci sono Fucecchio, Vaiano, Montespertoli e San Miniato. Staccate di 4 punti Synergy, Livorno e Versilia, mentre ancora più sotto provano il recupero, Carrara, Ghezzano Venturina e Colle. Ultima staccata con solo 3 vittorie la giovanissima Arezzo.

Sabato prossimo per l’inizio del girone di ritorno i lanieri saranno a Ghezzano che sono stati la sorpresa dell’ultimo turno sconfiggendo il Grosseto. I pisani sconfitti a Prato abbastanza nettamente all’andata, si sono notevolmente rinforzarti con Tempestini, play ancora giovane ma che è già calcato stato da protagonista in categorie ben più prestigiose.