News ed Eventi

Una Pallacanestro Prato 2000 impalpabile crolla a San Miniato

San Miniato-Prato 81-56

L'Etrusca demolisce un Prato in serata no San Miniato sempre davanti

I DRAGONS RIMANGONO CON LA TESTA NEI PULMINI E SAN MINIATO RINGRAZIA (81 a 56) PRATO TRADITA ANCHE DALLA DIFESA SOLITAMENTE SUO MARCHIO DI FABBRICA

BLUKART ETRUSCA SAN MINIATO: Castellacci, Stefanelli F. 15, Latini, Favini 5, Lorenzi 27, Carloni 17, Meucci 2, Straffi, Susini 13, Stefanelli T. 2. Allenatore Ialuna

PALLACANESTRO PRATO: Guerrini, Biscardi 1, Sanesi, Dell'Orfanello 8, Taiti 3, Corsi 10, Vannoni 20, Bocini, Smecca 4, Banci 10. Allenatore Pieri

ARBITRI: Uldanck e Corso di Pisa

PARZIALI: 21-12, 41-27, 70-52

Prato non c'è, San Miniato invece sì. I lanieri, già con Consorti e Magni fuori per infortunio, incappano nella più classica serata no contro una delle squadre più in forma del momento: l'Etrusca che non esitato a fare di un solo boccone dei rossoblù. Coach Ialuna vuole tenere il ritmo alto e i suoi lo accontentano: contro la seconda difesa del campionato i biancorossi mettono a referto 41 punti in 20', non con i "soliti noti" Meucci e Susini, ma con Lorenzi e Francesco Stefanelli. A Prato non ne va bene una: Biscardi e Taiti hanno percentuali da dimenticare, Vannoni ne fa 20, ma con 20 tiri, mentre a San Miniato girano bene tutte le occasioni. Quando i lanieri trovano la forza di arrivare a meno 10 subito c'è una tripla che spegne le residue speranze, oppure entra il tiro da metà campo sulla sirena del terzo tempo sancendo la fine con 10' di anticipo. L'ultimo quarto (11-6 il parziale) è solamente tempo perso in attesa della doccia.

Che non valgano come alibi le assenze di Consorti e Magni, che indubbiamente si sono fatte sentire soprattutto in attacco; la Blukart ha comunque giocato una partita a dir poco perfetta. I padroni di casa per 3 quarti hanno sbagliato si e no qualche facile contropiede ed un paio di tiri dai 6.75, per il resto la truppa di coach Ialuna è stata una vera macchina da guerra surclassando i Dragons sul piano atletico fuggendo spesso in contropiede e su quello tecnico con le guardie pisane immarcabili dai pari ruolo ospiti. Dopo il 5 pari iniziale San Miniato allunga decisamente con le triple dell’MVP Lorenzi. Alla fine saranno 6 i centri dall’arco della guardia pisana che chiuderà con 27 punti. Prato nonostante il prodigarsi di Corsi e Vannoni, con il secondo che dopo il canestro iniziale del capitano mette a referto tutti i 10 punti dei rossoblu che vanno al primo intervallo sul 21 a 12. Nel secondo quarto ancora Vannoni, Corsi e Dell’Orfanello contengono intorno alla doppia cifra gli avversari che però sul finale sfruttano il passaggio a vuoto al tiro dei Dragons ed un fallo più tecnico a Taiti per allungare ulteriormente con Susini e Carloni per il 41 a 27 che manda le squadre negli spogliatoi.

Ne 3 quarto una certa reazione degli uomini di coach Pieri sembra vedersi, ma a ribattere è il giovanissimo Stefanelli che conclude due agevoli penetrazioni e poi piazza un 6 su 6 dalla lunetta che respinge gli ospiti. Banci non si arrende mettendo a referto 10 punti con 2 triple e due bei jump, ma la bomba da metà campo di Lorenzi sulla sirena spenge anche le ultime velleità di Prato (70 a 52). L’ultimo quarto serve solo per le statistiche che dicono che Prato ha tenuto a freno il bomber avversario Meucci, solo 2 punti contro i soliti 16 di media, mentre Lorenzi Carloni e Stefanelli hanno fatto il bello e cattivo tempo migliorandosi incredibilmente rispetto alle loro solite prestazioni. Nelle file del Prato in attacco si salvano Vannoni con 20 punti, Banci con 10; 10 punti anche per Corsi che aggiunge 10 rimbalzi. In difesa tutti rimandati a domenica prossima, quando alle Toscanini arriverà la neopromossa Synergy San Giovanni, rivelazione e migliore attacco del campionato insieme alla cestistica Pescia.