News ed Eventi

Dragons cedono al supplementare a Carrara

FATALE IL SUPPLEMENTARE PER LA PALLACANESTRO PRATO A CARRARA (65 a 63) DRAGONS COSTRETTI AD INSEGUIRE PAGANO CARO LO SFORZO PER IL RECUPERO

Inciampa ancora in trasferta la Pallacanestro 2000 Prato che in un umido PalaAvenza cede al Carrara dopo un overtime, supplementare agganciato proprio all’ultimo minuto dopo aver dovuto inseguire per tutta la gara i padroni di casa. Nella coda ai 40’ regolamentari, la situazione falli e la stanchezza hanno permesso ai marmiferi di prendere quel minimo vantaggio, che anche per alcune scelte non azzeccate dei Dragons, è stato loro sufficiente per cogliere il terzo successo casalingo. In casa Pallacanestro Prato nessuno accampa giustificazioni, ma già la trasferta, confermata in extremis per le devastazioni a seguito dei nubifragi nella zona, era nata con il piede sbagliato, tant’è vero che per i primi 5 minuti si era visto un solo canestro per parte. Con Corsi messo fuori gioco per due falli nel primo minuto, gli uomini di Pieri hanno provato a mettere in difficoltà gli avversari con un buon ritmo e prendendo vantaggio sotto canestro con un ispirato Taiti ed un Consorti in gran spolvero (top scorer pratese con 16 punti). Al primo intervallo il tabellone segnava 13 a 13. Prato ha affrontato il secondo quarto dando spazio ai giovani che hanno provato a contrastare i locali finché Armillei e Spinelli non hanno operato il primo tentativo di allungo che ha portato le squadre all’intervallo sul 26 a 20. La ripresa è iniziata con un ulteriore break degli uomini coach Costi che prendevano fino a 10 lunghezze di vantaggio, recuperate da due triple di Biscardi e dalle iniziative di Consorti. Ancora Armillei, autore di 11 punti nel quarto, rimandava all’ultimo tempino i Dragons sotto 7 (50 a 43). Con pazienza gli ospiti ricucivano lo strappo con Taiti, Corsi, Consorti e Vannoni, da applausi una sua terrificante schiacciata, ed a 59 secondi dalla sirena superavano i carrarini che fino ad allora avevano realizzato solo 4 punti nel quarto con Picchianti. Uscito Taiti per falli, ma i pratesi recriminano per un errore del tavolo segnapunti, Prato forza due conclusioni senza trovare il canestro e Carrara con un uno su due dalla linea della carità di Profeti, agguanta il pari e l’overtime (55 a 55). Nel proseguimento uscivano per falli anche Corsi e Consorti e nonostante tre punti consecutivi di Banci che rimettevano i rossoblu in linea di galleggiamento, l’ultimo disperato tentativo di Smecca per la vittoria non era premiato dalla sorte ed a fare festa erano i marmiferi.

Cosa non ci è piaciuto: sicuramente il 16 su 31 ai liberi, e la frenesia dei singoli di voler chiudere la partita, dimenticando troppo a lungo di utilizzare gli schemi provati in settimana. Da apprezzare invece la reazione di tutti quando Carrara si era trovata avanti 10 lunghezze.

Nonostante la sconfitta i Dragons si mantengono al terzo posto in classifica, dietro Legnaia e Grosseto che tentano la fuga; e saranno proprio i maremmani, allenati da una vecchia conoscenza pratese, l’argentino Pablo Crudeli, a far visita domenica prossima alle Toscanini ad un Prato che vorrà quantomeno provarci a far suo il big match di giornata.

AUDAX CARRARA vs PALLACANESTRO 2000 PRATO 65 - 63 (13/13 – 26/20 – 50/43 – 55/55)

CARRARA: Carmignani 2, Poggi N.E, Vignali, Russo 15, Picchianti 8, Spinelli 12, Fazzi N.E, Armillei 17, Fernandez, Profeti 9; Allenatore: Costi
DRAGONS PRATO: Biscardi 8, Sanesi N.E, Dell'Orfanello, Magni 8, Taiti 12, Consorti 16, Corsi 4, Vannoni 10, Smecca 2, Banci 3; Allenatore: Pieri

ARBITRI: Gambis e Fabiani di Livorno