News ed Eventi

BASKET SERIE C2 Trasferta ad Arezzo per Prato

La difesa laniera dovrà fermare uno dei migliori attacchi della serie

Per i Dragons è caccia del poker

La Pallacanestro 2000 Prato sarà impegnata sabato sera alle 21 al San Lorentino di Arezzo per provare a continuare la corsa che per adesso la vede imbattuta dopo tre giornate di campionato. Partenza sprint che è già un record per i Dragons, che in 11 campionati non avevano mai avuto un inizio così promettente. La sfida del 4 turno opporrà anche due concezioni diverse di intendere il basket; da una parte i padroni di casa che dispongono di uno degli attacchi più prolifici del campionato, 74 punti di media a partita, e dall’altra il Prato che fa particolare affidamento sulla difesa, la migliore in assoluto con appena 52 punti subiti a gara. Fra l’altro gli amaranto nell’unico incontro casalingo disputato hanno realizzato ben 92 punti, fino ad adesso miglior prestazione balistica del girone. Coach Baggiani, da due anni sul pino aretino, ha una rosa molto giovane, con una front line super attrezzata, le cui punte di diamante sono Cutini, classe 89 e soprattutto Fratini, di un anno più giovane, ma con già diversi anni nel basket professionistico, con trascorsi in Sicilia a Barcellona e poi a Recanati e Ferentino in DNA. La giovane guardia si è calata alla grande nel ruolo di leader ed il secondo realizzatore del torneo. A fare da chioccia è stato confermato il capitano Liberto e richiamato il 38enne Lanucci, per lunghi anni bandiera di Arezzo. Oltre a loro danno sempre un buon apporto Kebede, Giometti e Verdelli.

Squadra quindi da prendere con le molle dai Dragons, anche perché gli avversari sono bravi a non dare punti di riferimento agli avversari, sia per la mancanza di un pivot di ruolo, sia per la preparazione tattica del tecnico livornese. Durante la settimana coach Pieri ha puntato molto sulla possibilità di servire con continuità Taiti, vantaggio finora poco sfruttato, anche perché il pivot laniero si è aggregato ai compagni a stagione già ampiamente iniziata. Il tecnico pratese ha lavorato molto anche sull’intensità difensiva, che quantunque punto di forza dei rossoblu, ha avuto dei passaggi a vuoto specialmente nei secondi quarti. Intanto è tornato a lavorare in gruppo anche Onuoha, mentre lo staff deciderà solo venerdì chi fra i giovani Guerrini e Sanesi sarà della partita.

A dirigere l’incontro sono stati designati Bianchi di Firenze e De Soricellis di Lastra a Signa.

I Dragons torneranno alle Toscanini domenica 28 in quello che è annunciato già come big match della quinta d’andata, quando alle 18 arriverà la corazzata Fucecchio.