News ed Eventi

Prato, Radici resta in società ma con una posizione più defilata

Al termine della finale playoff di ritorno contro il Piacenza, Nicola Radici vicepresidente esecutivo del Prato, l’aveva detto a chiare lettere: “Mi prendo un paio di giorni per pensare al futuro”. La decisione è arrivata nel corso di questa settimana al termine di un incontro con il presidente Andrea Toccafondi, manifestando la voglia di “rallentare” il suo coinvolgimento nel Prato. Per carità, niente di drastico, in discussione non c’è la partecipazione nelle quote societarie della squadra laniera, ma semplicemente la necessità di restare di più vicino a casa a Bergamo, soprattutto per motivi legati agli affetti familiari. In pratica Radici continuerà a dare una mano in società, nella speranza di fare crescere il progetto, ma non seguirà più domenica dopo domenica in campo la truppa di mister Esposito. Una scelta dettata anche dalla maxi squalifica rimediata proprio al Lungobisenzio al termine della finale di ritorno dei playoff contro il Piacenza. La conferma dell’indiscrezione arriva dallo stesso presidente del Prato, Toccafondi che in maniera lapidaria ammette “Ci siamo incontrati e mi ha manifestato le sue esigenze. Per il Prato comunque non ci saranno ripercussioni”.