News ed Eventi

CALCIO Domenica ultimo treno salvezza per il Prato

Persi tanti treni in questi mesi, il Prato cerca di salire sull’ultimo convoglio a disposizione che porta alla salvezza. Ovvero tutto in 90 minuti. I biancazzurri domenica al Lungobisenzio contro la Triestina si giocano la salvezza. Dopo l’ennesima rimonta subita nel recupero, la squadra di Esposito è chiamata prima di tutto ad evitare l’ultimo posto e la retrocessione diretta e poi, eventualmente, a cercare un buon piazzamento nella griglia play out o – addirittura – salvarsi direttamente. Questa ultima ipotesi è certamente la più difficile e legata alle disgrazie di tutte le altre contendenti alla salvezza, eppure esiste ancora. I tanti passi falsi recenti costringeranno il Prato a giocare l’ultima partita col cuore in gola e con un occhio soprattutto al risultato del Bassano. Ma, al di là della speranza, non possono non preoccupare i limiti caratteriali ammessi dallo stesso tecnico ed emersi anche domenica scorsa, con la terza rimonta subita nel recupero. A confermare il nervosismo ci sono anche le tre espulsioni nelle ultime tre partite rimediate dai biancazzurri, l’ultima delle quali – quella di Cavagna – priverà Esposito del suo centrocampista di costruzione nella gara con la Triestina. Manucci e Layeni accusano piccoli acciacchi, ma saranno recuperabili per domenica. Ancora out invece Vieri e Napoli. In dubbio anche Gazo. Il tecnico può almeno consolarsi con la ritrovata verve e i gol del reparto avanzato. Domenica a Portogruaro Pisanu è tornato al gol dopo il lungo infortunio e Silva Reis ha cantato e portato la croce come gli accade nelle giornate di grande ispirazione. Prodezze poi vanificate dal solito black out, che sarebbe mortifero ripetere domenica prossima.